Fatture e Corrispettivi Elettronici inviati tardivamente: in arrivo le comunicazioni dell’AdE

Fatture e Corrispettivi Elettronici inviati tardivamente: in arrivo le comunicazioni dell’AdE
← Torna a News - Pubblicato il 21/03/2023
ANTEPRIMA NOTIZIA
L’Agenzia delle Entrate sta inviando lettere di “compliance” ai contribuenti a cui è capitato di inviare tardivamente fatture e corrispettivi elettronici, oltre i termini consentiti. Il contribuente può sanare queste irregolarità entro il 31 marzo 2023 usufruendo delle disposizioni previste per regolarizzare le violazioni formali e sostanziali.

 

 

NOTIZIA
In data 6 marzo 2023, l’Agenzia delle Entrate ha emesso una disposizione che riguarda la promozione dell’adempimento spontaneo nei confronti dei soggetti titolari di partita IVA che non hanno trasmesso in tempo le fatture elettroniche e i corrispettivi giornalieri telematici.
Con questa disposizione si definiscono le informazioni relative alle fatture elettroniche e i corrispettivi inviati oltre i termini e sono messe a disposizione del contribuente e della Guardia di Finanza, anche attraverso l’uso di strumenti informatici.
Le informazioni fornite dal provvedimento forniscono al contribuente informazioni utili per correggere eventuali errori o omissioni mediante l’uso del “ravvedimento operoso”. Questo comportamento può essere adottato indipendentemente dal fatto che la violazione sia già stata accertata o che siano in corso attività di controllo o ispezione da parte dell’autorità fiscale, a meno che non sia stato notificato un atto di liquidazione, di irrogazione di sanzioni, di accertamento o di comunicazione di irregolarità, o che non siano stati ricevuti esiti di controllo formale.
Inoltre, se il contribuente decide di correggere il proprio comportamento entro il 31 marzo 2023, potrà anche usufruire delle disposizioni previste dalle Legge di Bilancio 2023 per regolarizzare le violazioni formali e le violazioni sostanziali. Nel provvedimento sono anche fornite le modalità per richiedere informazioni all’Agenzia delle Entrate o per comunicare elementi, fatti e circostanze che non sono stati ancora noti all’Agenzia stessa.

Posso aderire spontaneamente anche coloro che sono consapevoli di rientrare in questa casistica a prescindere dal ricevimento o meno della lettera dell’Agenzia delle Entrate

 

I clienti dello Studio GV Consulting sono invitati a verificare tempestivamente la propria casella PEC ed a tenerla monitorata fino al 31.03.2023. Tutte le comunicazioni ricevute dovranno essere inviate allo Studio il prima possibile per consentire la gestione dell’operazione.

Per ricevere maggiori informazioni su questa notizia, compila il modulo sottostante



    Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto. Consenso esplicito secondo il GDPR 679-2016.

    Altri articoli

    NEWS | 11 Giugno 2024

    Versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi relativi al 2023: Scadenze, Slittamento e Rateazioni

    Aumento del tetto contante a 2.000 euro per il 2022. Proroga al 30 giugno del regime semplificato autorizzativo per l’occupazione di suolo pubblico.

    di Studio GV Consulting
    NEWS | 10 Marzo 2024

    Proroga versamento rate rottamazione

    Aumento del tetto contante a 2.000 euro per il 2022. Proroga al 30 giugno del regime semplificato autorizzativo per l’occupazione di suolo pubblico.

    di Studio GV Consulting
    NEWS | 7 Marzo 2024

    Compensazione orizzontale: vincoli e limiti nell’utilizzo di crediti tributari

    Aumento del tetto contante a 2.000 euro per il 2022. Proroga al 30 giugno del regime semplificato autorizzativo per l’occupazione di suolo pubblico.

    di Studio GV Consulting
    NEWS | 29 Febbraio 2024

    Lipe IV trimestre da inviare entro la data odierna (29.2.2024)

    Aumento del tetto contante a 2.000 euro per il 2022. Proroga al 30 giugno del regime semplificato autorizzativo per l’occupazione di suolo pubblico.

    di Studio GV Consulting
    NEWS | 9 Novembre 2023

    Opzione di proroga al 16.01.2024 del pagamento del II acconto delle Imposte dirette

    Aumento del tetto contante a 2.000 euro per il 2022. Proroga al 30 giugno del regime semplificato autorizzativo per l’occupazione di suolo pubblico.

    di Studio GV Consulting
    Condividi sui social