BONUS IMPRESE PRODOTTI ENERGETICI

BONUS IMPRESE PRODOTTI ENERGETICI
← Torna a Agevolazioni - Pubblicato il 07/12/2022
Il legislatore ha emanato numerose disposizioni normative che riconoscono alle imprese, a determinate condizioni, un credito d’imposta pari a una quota delle spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica, gas e carburanti, in misura variabile in base al periodo di riferimento. In particolare:

• alle imprese a forte consumo di energia elettrica (c.d. imprese energivore), è riconosciuto un credito d’imposta dal 20% al 40% delle spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica, per i primi tre trimestri e per il periodo ottobre/novembre del 2022;
• alle imprese a forte consumo di gas naturale (c.d. imprese gasivore), è riconosciuto un credito d’imposta dal 10% al 40% delle spese sostenute per l’acquisto di gas naturale, per i primi tre trimestri e per il periodo ottobre/novembre del 2022;
• alle imprese diverse da quelle a forte consumo di energia elettrica, è riconosciuto un credito d’imposta dal 15% al 30% delle spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica, per il secondo e terzo trimestre e per il periodo ottobre/novembre del 2022;
• alle imprese diverse da quelle a forte consumo di gas naturale, è riconosciuto un credito d’imposta dal 25% al 40% delle spese sostenute per l’acquisto di gas naturale, per il secondo e terzo trimestre e per il periodo ottobre/novembre del 2022;
• alle imprese che operano nei settori dell’agricoltura e della pesca, è riconosciuto un credito d’imposta pari al 20% delle spese sostenute per l’acquisto di carburante in ciascun trimestre del 2022 (per il secondo trimestre 2022, solo per il settore della pesca).

 

COME UTILIZZARE IL CREDITO DI IMPOSTA
Le imprese beneficiarie dei crediti d’imposta possono utilizzarli in compensazione tramite modello F24. Per utilizzare il credito in compensazione, il modello F24 deve essere presentato esclusivamente tramite i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.
Alcuni crediti devono essere fruiti entro il 31 dicembre 2022 mentre altri possono essere utilizzati fino al 30 giugno 2023.

 

CESSIONE DEL CREDITO
In alternativa all’utilizzo in compensazione tramite modello F24, i crediti d’imposta relativi ai primi tre trimestri del 2022 possono essere ceduti, per l’intero importo, secondo le modalità e i termini definiti con provvedimenti specifici del direttore dell’Agenzia delle entrate.
A tal fine, è necessario inviare telematicamente all’Agenzia delle entrate la comunicazione della cessione del credito; coloro che hanno acquistato il credito (cessionari) possono utilizzarlo in compensazione tramite modello F24, oppure cederlo ulteriormente per l’intero importo. Le cessioni dei crediti devono essere comunicate all’Agenzia (in alcuni casi entro il 21 dicembre 2022 ovvero entro il 22 marzo 2023. I cessionari (cioè gli acquirenti) devono utilizzare i crediti in compensazione entro il 31 dicembre 2022 oppure entro il 30 giugno 2023.

Per ricevere maggiori informazioni su questa notizia, compila il modulo sottostante



    Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto. Consenso esplicito secondo il GDPR 679-2016.

    Altri articoli

    AGEVOLAZIONI | 5 Giugno 2024

    Transizione 5.0: Torna il Bonus Formazione per i Dipendenti nel 2024 e 2025

    Accesso più semplice fino al 31 dicembre alla sospensione. Grazie alla riattivazione della disciplina derogatoria ad opera del decreto Sostegni bis...

    di Studio GV Consulting
    AGEVOLAZIONI | 20 Giugno 2023

    Rottamazione Quater: Invito alla manifestazione di interesse da parte dei Clienti

    Accesso più semplice fino al 31 dicembre alla sospensione. Grazie alla riattivazione della disciplina derogatoria ad opera del decreto Sostegni bis...

    di Studio GV Consulting
    AGEVOLAZIONI | 20 Aprile 2023

    Rottamazione Quater: Invito alla manifestazione di interesse da parte dei Clienti

    Accesso più semplice fino al 31 dicembre alla sospensione. Grazie alla riattivazione della disciplina derogatoria ad opera del decreto Sostegni bis...

    di Studio GV Consulting
    AGEVOLAZIONI | 9 Marzo 2023

    Welfare aziendale o Fringe benefit: cosa conveniente di più alle aziende con dipendenti?

    Accesso più semplice fino al 31 dicembre alla sospensione. Grazie alla riattivazione della disciplina derogatoria ad opera del decreto Sostegni bis...

    di Studio GV Consulting
    AGEVOLAZIONI | 9 Marzo 2023

    Aiuti da Simest alle imprese esportatrici colpite dalla crisi Ucraina

    Accesso più semplice fino al 31 dicembre alla sospensione. Grazie alla riattivazione della disciplina derogatoria ad opera del decreto Sostegni bis...

    di Studio GV Consulting
    Condividi sui social